CultOrale SCaRL

La Società Consortile, costituita nel 2005, è un “Organismo di Ricerca”, secondo le definizioni della disciplina comunitaria n. 2006/C 323/01,  lettera  d),  del paragrafo 2.2, essendo un soggetto senza scopo di lucro la cui finalità principale consiste nello svolgere attività di ricerca di base, di ricerca industriale o di sviluppo sperimentale e nel diffonderne i risultati, mediante l'insegnamento, la pubblicazione o il trasferimento di tecnologie.

Nell’ambito della ricerca la Società consortile realizza studi, applicazioni prototipali e progetti pilota relativi alla eliminazione delle barriere all’utilizzo dei sistemi informatici e, più in generale, tendenti ad aumentare, attraverso l’uso appropriato della tecnologia, l’inclusione nella società dell’informatizzazione alle categorie svantaggiate ed in particolare in favore di non vedenti ed ipovedenti.

Soprattutto grazie al contributo e alla capacità progettuale ed innovativa dell'Ing. Franco Vitucci, tra i soci fondatori della società, venuto a mancare improvvisamente nel febbraio 2013 e che ricordiamo tutti con grande stima ed affetto, CultOrale ha contribuito alla lancio di diversi progetti di ricerca, fra cui sono in corso di realizzazione, entrambi finanziati dal Ministero Attività Produttive, “Speaky Acutattile” (Assistente Intelligente Vocale Multicanale) e DOC (Dispositivo Orientamento Ciechi), quest’ultimo con un partenariato internazionale (Francia Inghilterra e Spagna).

Fra le attività internazionali partecipa alle iniziative di ISCA (International Speech Communication Association) di AAATE (Association for the Advancement of Assistive TEchonology) e del FORUMTAL della Fondazione Ugo Bordoni.

Nell’ambito della formazione la società va oltre la diffusione dei risultati delle proprie ricerche e progetta e realizza anche attività di trasferimento di conoscenze ed abilità. Di particolare rilevanza è il progetto pilota per la formazione di centralinisti ciechi ed ipovedenti.

Nella missione di CultOrale è esplicita l’adesione ai principi del Disegno Universale e la convinzione che, dalle attività progettate per i disabili (della vista o di altre funzioni) possono scaturire notevoli contributi per migliorare l’accesso e l’elaborazione delle informazioni e delle conoscenze e della cultura anche per il più vasto mondo delle persone normodotate. Sulla base di questa vision si interessa particolarmente dei “disabili della lettura“ che per cecità o dislessia, altri handicap fisici o culturali, sono numerosi anche nel Nord del mondo sostanzialmente alfabetizzato. Lo sviluppo di nuove metodologie e strumenti per diffondere una” Cultura Orale” è sia una sfida tecnologica che un importante obiettivo sociale. I soci di CultOrale sono:

  • Università di Messina
  • Centro Helen Keller dell’Unione Italiana Ciechi Ipovedenti
  • Unione Italiana Ciechi Ipovedenti della provincia di Messina
  • Due PMI innovative (Dida Network e Mediavoice)
  • I professori Antonio Miceli e Franco Vitucci, membri del Consiglio di Amministrazione.
  • Scarica la presentazione

    E-Mail: info@cultorale.it                                                                       Copyright © 2013 - 2018 cultorale - All rights reserved